logo-chi-siamo

Ma cos’è un “mamozio”?

Si definisce così in Campania, una persona buffa e un po’ strana. Perché? Perché nei primi anni del ‘700 a Pozzuoli (NA), venne ritrovata una statua senza testa di epoca romana. Ritraeva il console Quinto Flavio Mesio Egnazio Lolliano Mavorzio.

Si pensò quindi di restaurarla ma ecco il colpo di genio involontario: la nuova testa era più piccola del resto del corpo che dava all’insieme un aspetto comico.

Il povero console Mavorzio passò alla storia col nome storpiato in Mamozio e da allora questa parola ha il significato di persona tonta e dall’aria imbambolata. ​ In realtà per noi ha un significato più positivo, qualcosa o qualcuno di aspetto un po’ grottesco ma anche tenero, impacciato nei modi, che fa ridere, e in grado di donare freschezza e spensieratezza a chiunque voglia entrare a far parte di questo mondo

icona-spot

Spot Mamoziesco?

La nostra testimonial alle prese con dei mamozi abbastanza fastidiosi!

Perché scegliere un Mamozio?

Sono gli unici esseri che non si offenderanno mai, qualsiasi sia l’appellativo che userai per definirli.

I Mamozi sono come te, perfettamente imperfetti!

smile
1.

Disegni

Saranno anche degli obbrobri grafici, ma quanti sorrisi vi hanno già strappato? Il loro potere più grande è donare attimi di allegria.

icona2
2.

Originalità

Se non ami tante smancerie, la perfezione, la banalità e sei dotato di ironia e sarcasmo, i nostri ridicoli esserini fanno proprio per te, al di là dei soliti schemi!

icona1
3.

Amore

Siamo una famiglia! In senso stretto e in senso lato, con tutti voi che sicuramente vi siete sentiti mamozi almeno una volta nella vita!

Staff

(“perché siamo”, “dove andiamo” e altre domande esistenziali)

Mamozio

“Nella mia vita volevo fare due cose: cantare e disegnare. Ma non me ne è riuscita nessuna finché qualcuno non si è accorto della genialità dei miei disegni e ha deciso di coprirmi di gloria.”

Frankuz

“Gli animali sono da sempre la mia passione, sia vivi che morti. Vedere i disegni del Mamozio è stata una rivelazione: avevo trovato l’anello mancante tra la perfezione di un animale vivo e la figura scomposta di un animale morto. Ho così abbandonato la mia professione nel campo naturalistico per diventare imprenditrice e dare vita al Progetto Mamozio.”

Rob

“ Volevo solo una vita normale da web designer, eppure mi hanno catapultato in questo mondo fatto di bestiole deviate e ora non riesco più a fare a meno dei mamozi, anzi sono fiero di aver partorito il logo e la grafica di questo mondo.”

Zirbio

“A causa della mia passione per la scrittura sono stata trascinata contro la mia volontà in questo progetto e da imbrattacarte anonima sono diventata curatrice dei testi del sito.”

Oh no! I mamozi stanno combinando delle marachelle…

Non puoi lasciarteli scappare un attimo! Continua a seguirli per non perderti tutte le novità.